Festival Grandezze e Meraviglie 2017 – Anteprima “Fiori musicali”

 

Grandezze & Meraviglie – Festival Musicale Estense propone un’anteprima a Semelano (Montese) con un concerto di musica del Seicento dedicato a Mirco Caffagni

 

Mercoledì 16 agosto SEMELANO (Montese) ore 21

Chiesa dei Santi Pietro e Paolo – ingresso libero

FIORI MUSICALI: Musica sacra del ’600

Omaggio a Mirco Caffagni

Claudia Caffagni voce, Livia Caffagni e Teresa Sherwin flauti

Giovanni Paganelli organo storico e spinetta

Il 12 gennaio di quest’anno se ne è andato Mirco Caffagni, un pioniere della musica antica e soprattutto del liuto di cui è stato riferimento internazionale. È stato un amico del Festival fin dal 1998, e questo concerto è un omaggio al suo amore per la musica. Si svolge nella sua amata chiesa dei Santi Pietro e Paolo di Semelano (Montese) nel giorno del suo compleanno, offerto dai suoi stretti famigliari, musicisti: Claudia e Livia Caffagni, Teresa Sherwin e dall’amico Giovanni Paganelli. 

Il programma proposto alterna brani strumentali e brani vocali a carattere sacro di celebri compositori italiani del Seicento, quali Giovanni Paolo Cima (1570-1622), Girolamo Frescobaldi (1583-1643), Biagio Marini (1594-1663), Tarquinio Merula (1595-1665), Maurizio Cazzati (1616-1678), Dario Castello (?-tra 1644 e 1658). Fatta eccezione per Frescobaldi che, di origine ferrarese, intraprese la parte più importante della sua carriera di compositore cembalista e organista a Roma, tutti gli altri svolsero la loro attività presso corti e cappelle delle più importanti città del nord quali Milano, Venezia, Ferrara, Mantova, Bergamo e Brescia. Ciò che li accomuna è la prassi compositiva di repertorio sia strumentale che vocale, in cui appare evidente una ricerca di virtuosismo ben sintetizzabile con la frase che Frescobaldi lascia alla fine della IX Toccata, consapevole della difficoltà esecutiva della composizione, “Non senza fatiga si giunge al fin”.

 

 

 

PROGRAMMA DEL CONCERTO

GIOVANNI PAOLO CIMA (1570-1622 ca.)

Sonata a tre

da “Concerti Ecclesiastici” (Milano, 1610)

 

GIROLAMO FRESCOBALDI, (1583 –1643)

 

Toccata nr. 1

dal Primo libro di Toccate e Partite d’Intavolatura per Organo e Cembalo, (Roma, 1615)

 

Toccata avanti il ricercare e ricercare

dai Fiori Musicali, Messa della Madonna (Roma, 1635)

 

GIOVANNI PAOLO CIMA

 

Sonata per Violino e Violone

da Concerti Ecclesiastici (Milano, 1610)

 

TARQUINIO MERULA (1595 – 1665)

Canzonetta spirituale sopra la nanna

da Il Curtio Precipitato, e altri Capricii, Venezia 1638

 

DARIO CASTELLO ( fl. 1644 – 1658)

Sonata prima

da Sonate Concertate in Stil Moderno, Libro Secondo (Venezia 1644)

 

BIAGIO MARINI (1594 – 1663)

Sonata sopra “Fuggi dolente core”

da Sonate, symphonie, canzoni, passe’mezzi, baletti, corenti, gagliarde e retornelli, Op.8 (Venezia, 1626)

 

MAURIZIO CAZZATI (1616 – 1678)

Salve Regina

da Motetti & hinni a voce sola con duoi violini op.XVI, (Venezia 1655)

 

TERESA SHERWIN, figlia e nipote d’Arte, nel 2011 si è diplomata in Flauto Dolce col massimo dei voti presso l’Istituto Musicale Pareggiato di Pavia sotto la guida del   M° S. Erre. Dal 2008 ha aggiunto lo studio del mandolino con R. Palumbo, suonando con l’Ensemble Mandolinistico Estense e conseguendo il diploma presso il Conservatorio di Bari nel 2013. Dal 2012 inizia lo studio del canto, a Treviso e successivamente a Bologna. Ha iniziato l’attività concertistica come solista nel 2009 fondando, insieme a Giovanni Paganelli, il Trio Primi Albori Musicali.

LIVIA CAFFAGNI – Diplomata in flauto dolce presso il Conservatorio di Bologna, laureata in lingue e letterature straniere moderne presso l’Università di Bologna, ha studiato inoltre viola da gamba con P. Pandolfo, semiologia gregoriana con N. Albarosa, vocalità con S. Foresti. Svolge attività concertistica con varie formazioni cameristiche di musica rinascimentale e barocca e nel 1986 ha fondato l’ensemble di musica medievale La Reverdie, riconosciuto a livello internazionale che si dedica allo studio e all’interpretazione del repertorio medievale e rinascimentale. Con laReverdie svolge un’intensa e regolare attività concertistica in tutta Europa; ha al suo attivo una ventina di incisioni discografiche che hanno ricevuto numerosi riconosciment i e quale partecipa alle più prestigiose rassegne concertistiche europee, incidendo diversi titoli con la casa discografica Arcana. Dal 2003 è titolare della cattedra di Flauto Dolce presso il Conservatorio di Trento.

CLAUDIA CAFFAGNI ha iniziato lo studio del liuto sotto la guida del padre all’età di tredici anni. Ha proseguito poi conseguito conseguendo il diploma in Lute performing al Royal College of Music di Londra nel 1989. Ha continuato gli studi alla Schola Cantorum Basiliensis con Hopkinson Smith. Alla pratica dello strumento ha affiancato lo studio delle fonti, dei trattati e delle notazioni, concentrando in seguito il proprio interesse sulla musica del Medioevo. Nel 1986 è stata fra le fondatrici dell’ensemble laReverdie. Nel 1994 ha conseguito con il massimo dei voti e la lode la Laurea in Architettura allo IUAV di Venezia, in seguito la sua tesi di laurea. Ha insegnato “Prassi esecutiva della musica antica” al Conservatorio di Trieste. Tiene regolarmente corsi, seminari e masterclass in Italia e all’estero. Dal 2007 al 2015 ha insegnato Mittelalterlaute e Früe Notationskunde presso la Staatliche Hochschule für Musik di Trossingen (Germania). Dal 2005 è docente di Musica Medievale presso la Civica Scuola di Musica “Claudio Abbado” di Milano dove dal 2014 è anche responsabile del biennio sperimentale di Musica Medievale, e dal 2017 coordinatrice dell’Istituto di Musica Antica.

GIOVANNI PAGANELLI è diplomato in Clavicembalo e tastiere storiche con il massimo dei voti e la lode presso il conservatorio Arrigo Boito di Parma, dove ha studiato clavicembalo con Francesco Baroni e Organo con Mario Verdicchio. Ora è studente di Robert Hill presso la Hochschule für Musik a Friburgo (DE). Ha iniziato la sua attività professionale a 16 anni, lavorando per due anni con la Cappella Musicale del Duomo di Modena come organista sostituto, continuista e assistente nelle attività delle diverse Schole. Giovanni Paganelli ha lavorato come direttore, concertatore al cembalo, continuista e solista in Italia e all’estero. È direttore e cembalista dell’ensemble “Adm Soundscape” ensemble di musica contemporanea programmando i primi concerti a Modena, Rovereto e Genova. Dal 2015 partecipa attivamente sia come leader sia come coordinatore al progetto Ensemble Francesco d’Este costituito da Grandezze & Meraviglie.

Leave a Comment